Revolution Drive Days ad Arese


Sabato 28 maggio si è tenuto un raduno di veicoli elettrici organizzato all'interno della manifestazione "Revolution Drive Days" ad Arese.

A questo raduno di "motori elettrici", organizzato da Class Onlus con IPer La Grande I hanno partecipato alcuni veicoli elettrici privati ed alcuni espositori di aziende interessate alla mobilità elettrica di ogni categoria, auto, moto, scooter, bici a pedalata assistita ed auto ibride..
Il raduno si è tenuto nel piazzale antistante al Centro di Guida Sicura Aci, adiacente al nuovo centro commerciale "Il Centro" di Arese, dove sono presenti molte stazioni di ricarica per veicoli elettrici sponsorizzate da iPer La Grande I.​​​

Raduno Italiano Veicoli Elettrici - in coda alla colonnina​​​

La partecipazione di veicoli privati non è stata delle migliori relativamente alla quantità e nemmeno alla varietà, nessuna moto privata e solo due scooter, uno dei quali l'ho intravisto verso metà pomeriggio solo per un breve momento, l'altro era il mio.

Revolution Drive Days Arese 2016 - Vectrix


Non molte nemmeno le auto private, assolutamente assenti retrofit, nessun veicolo particolare, tipo veicoli elettrici d'epoca o di particolare interesse storico, come successo in altre occasioni.
Per la prima volta ho visto l'elettrica Kia Soul dal vivo, non mi era ancora capitato, proprio simpatica.

Revolution Drive Days Arese 2016 - Kia Soul ​​​​

Presenti alcune Renault Zoe ...

Revolution Drive Days Arese 2016 - Renault Zoe



... diverse Nissan Leaf
Revolution Drive Days Arese 2016 - Nissan Leaf
... alcune BMW (anche se non so se fossero di privati)
Revolution Drive Days Arese 2016 - BMW i3
... una Renault Fluence ...
Revolution Drive Days Arese 2016 - Renault Fluence
... poche Renault Twizy, che invece solitamente invadono la scena ...
Revolution Drive Days Arese 2016 - Renault Twizy ​​​​
... una sola Mitzubichi iMiev ...
Revolution Drive Days Arese 2016 - Mitzubichi iMiev ​​​​
Tra i veicoli esposti dalle aziende si sono viste le Mercedes Classe B Electric Drive ...
Revolution Drive Days Arese 2016 - Mercedes Classe B Electric Drive
... il furgone Nissan e-NV 200 ...
Revolution Drive Days Arese 2016 - Nissan e-NV-200
--- tutta la serie delle moto Tacita ...
Revolution Drive Days Arese 2016 - Tacita ​​​​
... le Zero Motorcycle ...
Revolution Drive Days Arese 2016 - Zero Motorcycle ​​​​
... lo scooter BMW C-Evolution ... ed altro ancora.
Revolution Drive Days Arese 2016 - BMV C-Evolution
Oltre a questi erano presenti anche qualche distributore di colonnine di ricarica, aziende distributrici di energia, un'azienda distributrice di veicoli per il trasporto personale, con dei simpatici monopattini elettrici, ed un paio di stand con pannelli solari.
Ho fatto un breve video dell'evento, che comprende qualche minuto del viaggio di avvicinamento e un po' dell'esposizione

Ho trovato divertente constatare, dai discorsi delle aziende che esponevano, dello stato del mercato dei veicoli elettrici e della mobilità ecologica in generale.
Come molti di voi sapranno nel mondo, nei mercati dove la mobilità elettrica è presente, si è arrivati alla fase 2 del mercato dei veicoli elettrici.
La prima fase, come solito, è la creazione del mercato, viene creato la richiesta, si crea il bisogno ad esempio facendo leva sulla mentalità ecologica, sopratutto attraverso investimenti se si parla di nuovi mercati come quello dei veicoli elettrici.
La seconda fase è quindi quella dell'offerta, lo sfruttamento del mercato della domanda che si è creato per passare alla fase di ritorno dell'investimento.
Si è quindi passati dalla creazione del mercato dei veicoli elttrici ed ecologici alla fase del ritorno economico, le aziende cominciano a fare cassa sfruttando la richiesta creata.
In Italia, dove la prima fase non c'è mai stata, se non vagamente tentata, le aziende, seguendo le orme del resto del mondo, parlano dei loro prodotti e della loro diffusione come se fossimo anche noi italiani alla fase 2.
Divertente dicevo perché mi sa che le uniche a sentirsi nella fase 2 della mobilità elettrica sono forse solo le aziende di sicuro non noi appassionati di mobilità elettrica che da molti anni attendiamo che questo mercato, in Italia, dia cenni di vita ne tanto meno il pubblico italiano che non conosce le potenzialità del veicolo elettrico o che non sa nemmeno della sua esistenza.
Comunque, se di mestiere vendono prodotti e servizi per la mobilità elettrica, sapranno certo il fatto loro, forse sanno qualcosa che a noi sfugge. ;-)

Beh!! Buona mobilità elettrica a tutti