Raduno Vespa Club Bagnolo Cremasco


Raduno Vespa Club Bagnolo Cremasco Vectrix

Anche quest'anno la partecipazione al Raduno Vespa Club a Bagnolo Cremasco con il mio maxi scooter elettrico Vectrix VX-1 è stato un successone.
E' il secondo anno che pertecipo a questo raduno molto bello e ben organizzato e per la seconda volta trovo grande attenzione e curiosità attorno al mio Vectrix.
Malgrado sia rimasto solo, malgrado il tentativo di organizzare la presenza di altri mezzi elettrici, malgrado il mio sia l'unico mezzo elettrico presente al raduno comunque la "causa" della mobilità elettrica ha comunque mietuto curiosi, interessati ed estimatori.

Raduno Vespa Club Bagnolo Cremasco Vectrix


Il mio Vectrix si è conteso l'attenzione dei presenti al pari di alcune Vespe e moto d'epoca e alcune Vespa con verniciature notevoli.
Anche quest'anno la curiosità verso lo scooter elettrico è stata tanta ma la cosa più bella, a mio parere, è trovare non solo sempre più attenzioma ma anche sempre più cultura e conoscenza dei mezzi a motricità elettrica. Già solo 3 anni fa chi ci vedeva passare ci scambiava per alieni venuti da altri pianeti, ora finalmente sempre più persone hanno almeno una vaga idea di cosa siano auto e moto elettriche ed alcuni addirittura fanno domande intelligenti ed interessate.
Come sempre è bastato il "trucco" del cavo elettrico per la ricarica appoggiato in bella vista sulla sella per trovarmi un capannello di curiosi a tempestarmi di domande, le solite domande, l'autonomia, la velocità, i consumi, la rumorosità, dati d'omologazione, la maneggevolezza, insomma tutto quello che si può voler sapere da un mezzo "così curioso".
Come tutte le volte si legge nelle facce degli interessati lo stupore per il fatto che, malgrado elettrico, lo scooter sia così bello, complice anche la nuova verniciatura.
Resiste il taboo che prevede che elettrico è bruttino e senza stile, certo che poi quando si trovano di fronte il Vectrix e magari il mio o quello dell'amico Nando tocca per forza cambiare idea.
Il ritrovo intorno alle 09:00, si arriva e si parcheggia il proprio mezzo, si passa un po' di tempo ad ammirare e fotografare le altre moto, poi verso le 10:30/11:00 si parte per una bella passeggiata di 33km nei dintorni. Si torna poi al punto di ritrovo per mangiare e rifocillarsi, fare un po' di salotto con gli altri motociclisti ed assistere ad uno spettacolino di giocolieri e all'estrazione della lotteria. Anche qualche bella auto e moto antica esposta attira un po' di attenzione.
Insomma una bella giornata in buona compagnia, un bel clima di passione per tutti i motori.

Unica nota dolente la mancanza di volontà del punto di ritrovo che ospitava l'evento (che non cito di proposito per non regalare pubblicità immeritata) nel fornire punti di ricarica che mi avrebbero dato modo forse di attirare altri Vectrix al raduno che altrimenti non avrebbero potuto partecipare per problemi di autonomia. Malgrado le mie spiegazioni della facile fattibilità, malgrado un preventivo calcolo ipotetico di spesa elettrica, malgrado la dichiarata volontà di risarcire l'ospitante per i consumi e ... ... tenetevi forte ... .. malgrado fossero organizzati già per gli spostamenti all'interno del luogo con automobiline elettriche, classiche di alcuni vivai. Insomma, l'ignoranza per i mezzi elettrici e il menefreghismo vincenti ancora sulla nobile causa della mobilità ecologica.

Percorso:
Cambiago -> Agnadello 24km (casa di un'altro Vectrista che mi ha rifatto il pieno)
Agnadello -> Ombriano 17km
Passeggiata di 33km
Ombriano -> Agnadello 17km (per caricare qualche tacca per riuscire a tornare a casa)
Agnadello -> Cambiago 24km

115km in totale tra cui 67km con una carica e 3 tacche avanzate.