FIA Alternative Energy Cup


Partecipare e vincere in una tappa del Campionato Mondiale FIA Alternative Energy Cup 2010 è stata un'esperienza emozionante.
Non mi sarei mai aspettato dal mio Vectrix che riuscisse a portarmi in un evento sportivo di questo calibro, e guardate che figurone mi ha fatto fare in pista.

FIA Alternative Energy Cup 2010 Vectrix in pista

Ambientato nel fantastico circuito dell'Autodromo di Franciacorta. Questa sotto è una foto della premiazione, con il Direttore di Gara che mi intervista e mi premia in presenza del Sindaco di Castrezzato. Anche quì soddisfazione ed emozione.

FIA Alternative Energy Cup 2010 Vectrix premiazione

Tutto è partito dall'entusiasmo dimostrato dagli amici Ferdinando e Agostino pertecipando alla tappa di campionato all'Autodromo Nazionale di Monza del 30/05/2010, dove li avevo conosciuti e avevo realizzato che il Vectrix poteva dire la sua nella gara. Da quì la mia partecipazione. La gara, veramente eccitante, è stata una prova di regolarità. Malgrado mezzi un po' di fortuna ce la siamo cavata bene. Ferdinando purtroppo con problemi ad alcune celle della batteria del suo Vectrix un po' meno per sfortuna. Io me la sono cavata con un secondo posto nella categoria dei mezzi elettrici (auto e moto) e un primo tra le moto elettriche. Guardate un po' il mio Vectrix "vestito" da corsa.

FIA Alternative Energy Cup 2010 Vectrix da corsa


Bello vero?
Quì sotto due foto nel "parco chiuso" l'anticamera della pista e della corsa, mentre aspettiamo di entrare e metterci sulla griglia di partenza. Dopo aver passato i controlli dei tecnici di gara. Concentrati sulla gara e impegnati a preparare il sistema di rilevazione tempi del nostro Vectrix, il cellulare. ;-)

FIA Alternative Energy Cup 2010 Vectrix parco chiuso 1




FIA Alternative Energy Cup 2010 Vectrix parco chiuso 2

Una foto in cui si vedono i due bolidi in carica nei box. La carica veniva monitorata dai tecnici di gara. Faceva parte della gara e faceva guadagnare punti anche la corrente misurata che serviva alla carica, il punteggio inversamente proporzionale ai consumi. Purtroppo non eravamo organizzati per gareggiare anche con i consumi, a tutti e due i nostri Vectrix purtroppo è capitato anche il "giro" di equalizzazione completo in 1 delle 3 ricariche, il che ha significato perdere preziosi punti a causa dell'aumento del consumo. Purtroppo non ci eravamo organizzati per presidiare la carica ed evitare l'equalizzazione. Un vero peccato perché forse il mio Vectrix si sarebbe potuto meritare il primo posto assoluto di tutti i mezzi elettrici.

FIA Alternative Energy Cup 2010 Vectrix in carica ai box


Ecco un'altra foto, un po' lontana, di noi due e i nostri Vectrix durante una dellle prove della gara. Impegnati a tenere ritmo costante, guardare i nostri cronometri, valutare lo spazio rimanente dal successivo check point.

FIA Alternative Energy Cup 2010 Vectrix in pista


La gara si è svolta in 3 prove. I punteggi per ogni gara e poi le somme finali ai quali poi, alla fine, venivano sommati i punti della gara di consumi. La prima gara non è andata benissimo, ma nella seconda ho recuperato molto e l'ultima è stata ottima, ho recuperato un sacco di punti. Alla fine sui punteggi basati sulle sole penalità, senza i consumi, mi sono piazzato secondo assoluto contando anche le altre auto non elettriche, anche se molti di loro sono professionisti di questo genere di gare. Sarà stata fortuna da principiante. Sono sicuro che gli altri piloti lo abbiano sicuramente pensato quando chiacchierando alla cena di fine gara hanno scoperto che noi gareggiavamo con i cellulari come cronometri mentre tutti gli altri viaggiavano con cronometri professionali fatti proprio per gare di regolarità.
Il clima durante la gara mi è piaciuto moltissimo, un misto di amicizia tra piloti, anche se sconosciuti fino a poco prima, ma anche rivalità una volta in pista, tutto molto serio e professionale, anche perché per alcuni di loro c'erano soldi di sponsor in gioco.
Molto, molto serio anche il clima del controllo di gara, ottimi professionisti della FIA con esperienza di gara, con l'attenzione ad ogni particolare, con l'occhio vigile a possibili imbrogli degl'equipaggi. Veramente notevole. Un'esperienza veramente unica. Devo ammettere che c'era sempre un po' di preoccupazione quando ci apprestavamo ai controlli di gara.
Un aneddoto divertente, il team svizzero era piuttosto risentito nei nostri confronti, alla fine della competizione, esponendo critiche anche ai direttori di gara, perché, grazie ai nostri risultati, nella classifica team, Vectrix ha guadagnato punti a discapito del loro team.
Fuori dall'autodromo, nel parcheggio adiacenta un'altro evento popolava la zona, Un raduno / spettacolo di scooter benzina, 50tini, o quello che ne rimaneva dopo esageratissime elaborazioni. Un clima notevolmente meno serio del nostro campionato. molto più pittoresco e casinista. In questa cornice abbiamo avuto la soddisfazione di avere la possibilità di misurare al banco rulli la potenza dei nostri mitici Vectrix.
Una situazione simpaticissima è stata, a fine gara, quando abbiamo potuto uscire dal campo chiuso di gara con i nostri Vectrix, scorrazzare nel piazzale del raduno scooter con i nostri mezzi ed accorgerci, dopo alcuni giri, che in molti avevano capito che eravamo "degli elettrici" e ci osservavano con curiosità ed interesse, additandoci o commentando tra amici. Devo ammettere che sia io che Nando ci siamo un po' gongolati, ci siamo fatti prendere la mano da un po' di esibizionismo, lo ammetto è stata proprio una soddisfazione girovagare come fossimo in passerella.

FIA Alternative Energy Cup 2010 Vectrix prova rulli

Una notevole soddisfazione quando di fronte ad un sacco di occhi increduli il mio motore ha fatto misurare 22.9 KW di potenza. Una soddisfazione così grande che appena arrivato a casa, a gara finita, la prima cosa che ho fatto è stato condividere il risultato con gli amici Vectristi del forum su EnergeticAmbiente nella sezione dedicata alla tecnica del Vectrix, e devo dire che ha riscontrato molto interesse in tutti la misurazione. Una incredibile soddisfazione quando tutti i presenti alla misura a Franciacorta hanno realizzato che erano mezzi elettrici, si sono stupiti del risultato, si sono molto incuriositi e ci hanno tempestato di domande appena scesi dai rulli. Io, che ho fatto per primo la misurazione, appena sceso dai rulli per diversi minuti non sono più riuscito a muovere il mio Vectrix per far manovra e allontanarmi perché assaltato da curiosi e da mille domande.
Devo dire che questa è sicuramente uno dei più belli e divertenti tra gli eventi a cui ho partecipato di recente.